Vai a sottomenu e altri contenuti

Nuovi sussidi straordinari per lavoratori privi di ammortizzatori sociali

Data pubblicazione on line: 10/12/2013 Data scadenza: 17/03/2014

L'Assessorato regionale del Lavoro ha pubblicato un nuovo avviso per l'erogazione dei sussidi straordinari (una tantum) a lavoratori che non beneficiano di ammortizzatori sociali.

Il sussidio sarà concesso per sei mesi, fino ad un massimo di 700 euro mensili, per i lavoratori disponibili ad essere coinvolti in attività di rilevanza sociale, nei rispettivi comuni di domicilio, secondo i regolamenti del servizio civico comunale.
Ad ogni soggetto beneficiario sarà chiesto di prestare un servizio pari a venti ore settimanali, per complessive 80 ore mensili.

Possono presentare domanda i Cittadini residenti e domiciliati in Sardegna con età compresa tra i 18 anni compiuti e i 65 anni non compiuti, in particolare:
- disoccupati che non hanno i requisiti per l'accesso ai trattamenti previsti dall'attuale sistema di ammortizzatori sociali ordinari e in deroga (compresa l'ASpI e la mini ASpI) e/o che non ne hanno beneficiato nei 24 mesi precedenti la data di presentazione della domanda. Gli interessati devono aver prestato attività lavorativa in Sardegna per almeno tre mesi, anche non continuativi, a decorrere dal 14.05.2009, con tipologia di contratto a tempo indeterminato, a tempo determinato o atipico, e che siano in possesso dello status di disoccupato (attestato dalla scheda anagrafica professionale rilasciata dal CSL e dalla dichiarazione di immediata disponibilità);
- beneficiari di cassa integrazione ai quali è stata sospesa, da almeno tre mesi per cause non imputabili alla loro volontà, l'erogazione dell'ammortizzatore. Gli interessati devono avere formalmente sollecitato, anche tramite un'Organizzazione Sindacale, l'erogazione degli ammortizzatori sociali spettanti;
- titolari di un contratto di lavoro che non percepiscono il relativo trattamento economico da almeno tre mesi e l'azienda risulta in conclamata crisi. Gli interessati devono essere dipendenti di azienda verso cui è in corso una vertenza sindacale relativa al pagamento delle retribuzioni.

Non possono accedere al sussidio coloro che:
1. ne abbiano già beneficiato, anche antecedentemente alla deliberazione del 30 agosto 2011;
2. risultino titolari di trattamento pensionistico a carico dell'Assicurazione generale obbligatoria, in quanto non cumulabile;
3. risultino in stato di inoccupazione;
4. risultino licenziati per giusta causa
5. risultino dimessi volontariamente dal rapporto di lavoro, o il rapporto sia cessato a seguito di risoluzione consensuale (salvo il caso in cui le dimissioni siano assimilabili al licenziamento per giusta causa, secondo la giurisprudenza della Corte Costituzionale, o le dimissioni siano per gravi e documentati motivi di salute);
6. siano stati impegnati o siano impegnati in attività socialmente utili ex D.lgs. 81 del 2000;
7. abbiano concluso, da meno di sei mesi dalla data di presentazione della domanda, percorsi di politiche per il lavoro o di altri interventi di analoga natura anche di carattere sociale, in qualche modo incentivati da trattamento economico (servizio civico comunale, cantieri comunali etc.);
8. sono stati impegnati o sono impegnati, nei 24 mesi precedenti la data di presentazione della domanda, al momento della presentazione della domanda e per tutto il periodo di godimento del beneficio, in attività di tirocinio o nei piani di inserimento professionale (PIP) finanziati dalla Regione, o nel Programma Master & Back.

Le domande dovranno essere presentate esclusivamente online.Le domande potranno essere compilate tramite i servizi on line del Sistema informativo del lavoro (www.sardegnalavoro.it;) dalle ore 10 del 6 dicembre e dovranno essere trasmesse in via telematica secondo le seguenti scadenze:

- per i lavoratori del settore edile, dalle ore 10 del 12 dicembre 2013 alle ore 18 dell'11 marzo 2014;

- per i lavoratori degli altri settori, dalle ore 10 del 17 dicembre 2013 alle ore 18 del 17 marzo 2014.

Sarà considerato l'ordine cronologico di presentazione delle domande.


Per maggiori informazioni rivolgersi all'ufficio CESIL nei seguenti giorni ed orari e presso le sedi di seguito indicate:

A Sarule (c/o il Comune): il Giovedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00

A Gavoi (c/o Casa Maoddi): il martedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 18.00, il mercoledì dalle ore 9.30 alle ore 13.30 e il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Comunicato Regione Sardegna Formato pdf 21 kb
Avviso pubblico e allegati Formato pdf 173 kb
Codici ATECO Formato pdf 37 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Referente: Rosalba Deriu
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto